Parigi brucia fra cuoco e fiamme

caminoNella capitale francese, la primavera tarda ad arrivare. Ma la città delle luci si accende anche di calore quando varcate la soglia di un ristorante o di un bistrot. Soprattuto se entrerete in un locale con il caminetto. Alla larga dunque dai bar-museo come la Brasserie Lipp, la Closerie de Lilas o Les Deux Magots, pieni di turisti, e andate alla scoperta di bar e ristoranti di nuova generazione, dove vi troverete fianco a fianco di veri parigini ultima tendenza. Noi ne abbiamo individuati e visitati cinque, di questi locali. Che vi raccomandiamo.

 

flamboire

Le Flamboire, molta carne al fuoco

L'ambiente è di quelli che o adori o detesti, ma che ha comunque il pregio di essere originale: boiserie di legno chiaro con intagli a forma di fiamme, una sala verde oliva, sedie con imbottitura in simil-pelliccia e lampadine nude in stile arty. Insomma, una baita rifatta da un designer più alticcio che in forma. Ma la chiave di volta del locale, che tutto riscatta e su cui tutto si regge, è l'enorme camino per grigliare le carni al fuoco di legna davanti ai clienti. Jean-Ives Chesneau, il padrone di casa, fa arrivare le carni di montone, manzo e agnello dalla sua terra, l'Aveyron, in particolare da Laguiole, il paese del famoso coltello.

Le Flamboire. 54, rue Blanche, IX tel. 06 95 01 77 38. Aperto tutti i giorni meno la domenica. Pranzo a 17, 20, 25 euro. Menu à la carte: da 50 a 70.

 

jules-e-jim

Jules & Jim, un angolo nascosto

Sarà per il suo nome caro ai cinefili devoti a François Truffaut, ma l'hotel-boutique imboscato nel Marais esercita un grande fascino sui sognatori e sui viaggiatori. In effetti, l'ambiente trasuda di arte e delicatezza, piaceri materiali ed evanescente romanticismo. In questa atmosfera da casa-dolce-casa, dove il barman Ricardo serve vini e cocktail con affabilità e gesti sacerdotali, ci si ritrova attorno al camino della grande corte interna, con i muri ricoperti di fiori, il pavé sotto i piedi, il resto del corpo mollemente affondato in un canapé e lo sguardo ipnotizzato dalle crepitanti lingue di fuoco.
Bar de l'Hôtel Jules Jim. 11, rue des Gravilliers, III. Tutti i giorni, dalle 17 alle 23.

 

la cave de l'Insolite

La Cave de l'Insolite, cantina per intenditori

In questo locale un po' caro, il calore è nell'aria, nell'accoglienza e nel dolce tepore che si sprigiona dalla stufa di rame alimentata a ciocchi di legna. Gestito da due enofili, i fratelli Axel e Arnaud, ha uno dei suoi punti di forza proprio nell'offerta delle centinaia di etichette tra cui il cliente può scegliere prendendosi direttamente la bottiglia: da 6 a 80 euro. Chi esita, sarà aiutato dai padroni di casa in funzione dei piatti che intende gustare. E qui l'insolito ridiventa solito. Avete scelto un bianco? Una mezza dozzina d'ostriche fanno 10 euro, un pesce dell'Atlantico 20 e così via. Una volta tanto si può anche scialare. Confortati dal buon cibo e dal bicchiere giusto.
La Cave de l'Insolite. 30, rue de la Folie Méricourt, XI, tel. 01 53 36 08 33. Tutti i giorni meno che il lunedì. Menu à la carte, circa 30-40 euro.

 

Hibou

Le Hibou, a volo d'uccello

Tutti quei gufi e gli altri uccelli impagliati che fanno bella mostra di sé sono un invito a sbattere le ali non appena ci si siano scaldate le piume al fuoco del camino e infilato il becco in un bicchiere ad alta gradazione alcolica. Prezzi e clientela sono infatti chic, très chic. Vale comunque la pena e vale una scappata pure nella bella stagione, per godere della vista sul triangolo turistico-mondano del quartiere dalla terrazza del locale.
Le Hibou, 16, carrefour de l'Odéon, VI. Tel. 01 43 54 96 91. Aperto tutti i giorni, dalle 7,30 alle 2 di notte. Menu à la carte, circa 40 euro.

 

les chouettes

Les Chouettes, tre piani di intimità

Nascosto nel cuore del Marais, un locale tipicamente parigino, ideale per gustare un piatto ben cotto accanto al fuoco, quando l'aria di fuori è particolarmente cruda. Su tre piani, diversi ambienti ideati dal designer catalano Lázaro Rosa-Violán: il salone biblioteca con poltrone club e camino, il cocktail bar, la sala da pranzo per assaporare foie gras o una quaglia cucinata come si deve.
Les Chouettes. 32, rue de Picardie, III tel. 01 44 61 73 21. Aperto tutti i giorni. Menu à la carte, da 30 a 40 euro.

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi