La spartizione dei Mille

Ostriche

 

Gli italiani sono solo 50 su mille, il cinque per cento. È questa la quota toccata a ristoranti e chef del nostro Paese nella Liste compilata dai francesi. La Liste è la risposta, forse un po' piccata, della critica gastronomica transalpina a «World's 50 Best Restaurants», la classifica dei migliori cinquanta ristoranti del mondo stilata dagli inglesi e nella quale non compare nessun locale francese.

La Francia ha risposto ai cinquanta francesi con la selezione di mille locali. Non tanto per strafare, com'è peraltro nella sua natura, quanto per dimostrare che il mondo è grande e che la sua critica è magnanima. Tant'è che tra i primi cinquanta, chef e ristoranti francesi fanno la parte del leone. Il primo dei mille è lo chef franco-svizzero Benoit Violier del Restaurant de l'Hotel de Ville, a Crissier, in Svizzera.

Curiosi di sapere quali siano i cinquanta italiani promossi, nessuno dei quali figura tra i primi dieci, abbiamo spulciato l'intera Liste. Dopo il centesimo classificato (Vissani), tra cinesi di Hong Kong e americani, coreani, giapponesi e sudafricani, abbiamo avuto la sorpresa, non certo piacevole, di trovare nomi che da noi godono di grande stima. Quando si va per il mondo, si sa, può accadere che si debbano abbassare le ali.

 

I Top Ten della Liste

 

Restaurant de l’Hôtel de Ville, Crissier, Svizzera1. Restaurant de l’Hôtel de Ville, Crissier, Svizzera

 

Per Se, New York2. Per Se, New York

 

Kyo Aji, Tokyo3. Kyo Aji, Tokyo

 

Guy Savoy, Parigi4. Guy Savoy, Parigi

 

Schauenstein, Fürstenau, Svizzera5. Schauenstein, Fürstenau, Svizzera

 

El Celler de Can Roca, Girona, Spagna6. El Celler de Can Roca, Girona, Spagna

 

La brigata del Kyubey, Tokyo7. Kyubey, Tokyo

 

La Maison Troisgros, Roanne, Francia8. La Maison Troisgros, Roanne, Francia

 

Auberge du Vieux Puits, Fontjoncouse, Francia9. Auberge du Vieux Puits, Fontjoncouse, Francia

 

Le Château de Joël Robuchon, Tokyo January 27, 2015 1-13-1 Mita Meguro 153-0062 Tokyo, Japan +81 (3) 5424-1347 A Life Worth Eating Twitter | Facebook | Google+ Vimeo | Instagram | Pinterest
10. Joël Robuchon, Yebisu Garden Place, Giappone

 

 

Gli italiani tra i primi cento

 

Massimo Bottura dell'Osteria Francescana, ModenaIl primo ristorante italiano dell'elenco francese è l'Osteria Francescana di Massimo Bottura (18° posto, era al secondo in quella inglese).

 

Le Calandre, RubanoLe Calandre, Rubano (22°)

 

Heinz Beck, che del ristorante La Pergola, RomaLa Pergola, Roma (36°)

 

Nadia Santini, chef del ristorante Dal Pescatore, Runate, Canneto sull'Oglio, MantovaDal Pescatore, Runate, Canneto sull'Oglio, Mantova (61°)

 

Niko Romito, chef del ristorante RealeReale, contrada Santa Liberata, Castel di Sangro (74°)

 

Enrico Crippa, chef del ristorante Piazza Duomo di AlbaPiazza Duomo, Alba (78°)

 

La Madia, i cannoli di melanzane dello chef Pino CuttaiaLa Madia, Licata, Agrigento Pino Cuttaia (83°)

 


Uliassi, SenigalliaUliassi, Senigallia (86°)

 

Da Vittorio, BrusaportoDa Vittorio, Brusaporto (90°)

 

St. Hubertus, Strada Micurà de Ru 20, San CassianoSt. Hubertus, Strada Micurà de Ru 20, San Cassiano (91°)

 

La cucina di VissaniVissani, Baschi (100°)

 

 

 

Tutti gli altri italiani della Liste

La Trota, Rivodutri, Rieti (104°)

Torre del Saracino, Vico Equense (121°)

Enoteca Pinchiorri, Firenze (124°)

Villa Crespi, Orta San Giulio (125°)

Madonnina del Pescatore, Senigallia (127°)

Arnolfo, Colle Val d'Elsa (134°)

Combal.zero, Rivoli, Torino (139°)

Duomo, Ragusa (143°)

Antica Corona Reale, Cervere (149°)

La Peca, Lonigo (155°)

Don Alfonso 1890, Sant'Agata sui Due Golfi, Napoli (161°)

San Domenico, Imola (166°)

Perbellini, Isola Rizza (171°)

Quattro Passi, Massa Lubrense (174°)

Caino, Montemerano (176°)

Miramonti l'Altro, Cocesio, Brescia (180°)

Devero Ristorante, Cavenago di Brianza (194°)

Taverna Estia, Brusciano, Napoli (196°)

Laite, Sappada (199°)

Il Palagio, Firenze (212°)

Bracali, Massa Marittima (229°)

Villa Feltrinelli, Gargnano (238°)

Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano (240°)

L'Olivo, Isola di Capri (249°)

Osteria Cera, Campagna Lupia (253°)

Il Pagliaccio, Roma (271°)

Sadler, Milano (272°)

Piccolo Lago de Fondatoce, Verbania (276°)

Ilario Vinciguerra, Gallarate (291°)

Cracco, Milano (307°)

Il Povero Diavolo, Poggio Torriana (318°)

Colline Ciociare, Acuto (322°)

Piccolo Principe, Viareggio (349°)

Locanda Don Serafino, Ragusa (355°)

Jasmin, Chiusa (394°)

Agli Amici, Udine-Godia (438°)

La Terrazza dell'Eden, Roma (448°)

Al Sorriso, Soriso (793°)

Principe Cerami, Taormina (804°)

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi