California, chi soffia sul fuoco?

Alimentate da forti venti, mercoledì 17 luglio 2016 le fiamme hanno distrutto un camping nella contea di San Bernardino. Foto Patrick T. Fallon:Reuters

 

 

Non passa estate senza che la California prenda fuoco. Al punto che i suoi suoi periodici incendi sono diventati materia di alcuni romanzi.

Quando si tratti però di passare dalla fiction, peraltro accesa con inneschi presi dalla realtà, è arduo spiegare perché la California si incendi con più facilità di altri Stati americani. Ci provano gli scienziati, che hanno cominciato a studiare il fenomeno già dagli anni Ottanta del secolo scorso, ma le loro complicate spiegazioni sono tutte fragili, e divampano in fretta come in fretta di spengono. Fuochi di paglia, cenere leggera.

Chi dà la colpa alle estati che si sono allungate. Chi critica l'incremento di materiali combustibili e l'eccessiva presenza di fonti di combustione. Chi tira in ballo l'immancabile riscaldamento climatico che certo ha le sue responsabilità, ma non può diventare il capro espiatorio di tutto. Poi bisognerà mettere in conto la velocità dei venti e il dolo. All'appello per il banco degli imputati mancano per ora solo i romanzieri. E se invece fossero proprio loro a soffiare sul fuoco per trovare fonti di ispirazione?

 

 

Un pompiere nella contea di San Bernardino

 

 

 

In mancanza di responsabilità acclarate, parlano le cifre. L'incendio Blue Cut attualmente in corso nella contea di San Bernardino, a sud di Los Angeles, ha già bruciato oltre 100 chilometri quadrati di territorio e provocato l'evacuazione di 85mila persone. Nell'ultimo decennio, gli incendi sono costati agli Stati Uniti 1,7 miliardi di dollari. È un dato dell'agosto dello scorso anno. Da aggiornare, quindi.

In attesa delle spiegazioni «scientifiche», ci accontentiamo di trovarne di nostre. Leggendo Richard Ford (Incendi, Feltrinelli), per capire come eventi più meno naturali possano scompigliare un equilibrio familiare, e Don Winslow (La lingua del fuoco, Einaudi) per scoprire l'originale criminale di certi roghi. Buona lettura. E non fumate, mentre leggete. La carta brucia con niente. Per questo la gente non legge. Perché il sacro fuoco della lettura non li divori. Nulla è peggio dell'autocombustione. E nessuna compagnia ti fa una polizza contro questo rischio.

 

 

Estate rovente a San Bernardino (nove foto)

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi