Mongolia, heil Gengis

Passionaria

 

 

Ricordate i nazisti dell'Illinois lanciati all'inseguimento dei Blues Brothers? Ebbene, c'è di meglio nell'universo della demenza politica. I neonazisti mongoli. A scoprirli è stato Carlos Barria, fotografo dell'agenzia Reuters, che ha incontrato i seguaci di Hitler, nonché ammiratori di Gengis Khan. Il loro gruppo si chiama Tsagaan Khass.

«La ragione per cui ci siamo ispirati al nazismo è che ci troviamo nella stessa situazione della Germania del 1929, che Hitler trasformò in un grande Paese», ha dichiarato il leader Ariunbold Altankhuum, glissando su quel che accadde in seguito.

Il principale scopo dei neonazisti mongoli, è quello di combattere le società estere che sfruttano le miniere della Mongolia. I neonazisti mongoli avrebbero commesso parecchie violenze ai danni della comunità cinese o delle donne sposate con stranieri. Insomma, sono xenofobi tutti d’un pezzo.

 

 

Fotogalleria

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi