Autostrade, le nuove cattedrali della benzina

Matúškovo, Slovacchia di giorno

 

 

È andato bene il controesodo? Se avete viaggiato in macchina (d’altra parte il pessimo termine semi-biblico si applica solo a chi usa questo mezzo), vi sarete di sicuro fermati in qualche autogrill, sempre che si chiamino ancora così, per rifornire i serbatoi dell’auto e vostro. Con notevole esborso di capitale in entrambi i casi, mi figuro.

Immagino che durante la tappa la vostra attenzione si sia concentrata più sulla gamma dei panini alla piastra, la cui nube puzzolente aleggia perenne nell’aria di quei locali di ristoro come una piccola Chernobyl, anziché sulle fattezze della stazione di servizio. A meno che non vi sia capitato di fermarvi in uno di quelle rare reliquie che ancora conservano labili tracce del passato splendore di matrice statunitense, un misto di design hollywoodiano e polvere di stazione di posta per diligenza che negli anni Cinquanta e Sessanta entusiasmava i bambini con i genitori motorizzati.

 

 

Bucarest, Romania

 

 

Il benzinaio con l’uniforme della compagnia petrolifera era vestito come un ranger e aveva il volto rasato alla perfezione come in tutte le pubblicità Usa. Salutava portandosi l’indice e il medio alla visiera del berretto con quel gesto tanto americano che lo faceva somigliare al tenente Rip Masters di Rin-Tin-Tin.

Ma non stiamo a piangere sul latte macchiato (copyright Bruno Gambarotta) e non auspichiamo le fiamme dell’inferno dantesco per i padroni degli idrocarburi che hanno dato fuoco ai nostri portafogli. Veniamo al dunque. Che è presto detto: ci sono ancora nel mondo stazioni di servizio, non residuati di improbabili età dell’oro on the road, bensì nuove di zecca, in grado di distrarci dall’assortimento dei panini alla piastra. Le quali si lasciano ammirare perché sono state progettate per non passare inosservate. Ve ne proponiamo qualcuna. Caso mai vi capitasse di trovarvi da quelle parti. Sulla gradevolezza, sul look e sulla rasatura del benzinaio non siamo però in grado di darvi informazioni né garanzie.

Buon viaggio, ovunque siate diretti. Spero verso casa. Se non verso la felicità o il paese del bengodi. Con il serbatoio pieno e anima viva che vi aspetta alla fine della strada. (is)

 

 

Far benzina da un’opera d’arte (16 foto)

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi