Il Signore degli Anelli vive a Ravenna

Ravenna, basilica di San Vitale, Teodora e le sue dame

 

 

Viviamo nella Terra di Mezzo a nostra insaputa. Pensavamo che quella landa fantastica esistesse solo nell'immaginazione smisurata di J.R.R. Tolkien, l'autore del Signore degli Anelli e dello Hobbit, mentre si estende da Gerusalemme alla Serbia, da Cipro alla Romagna.

Dobbiamo questa rivelazione, di pochi giorni fa, a una mappa che, come tante altre mappe del tesoro, è stata ritrovata in una libreria antiquaria, la Blackwell Rare Books di Oxford.

Annotata a mano dallo stesso scrittore, il documento era conservata in una copia del Signore degli Anelli appartenuta alla celebre illustratrice Pauline Baynes, che nel 1970 era stata incaricata dalla casa editrice Allen & Unwin di disegnare una mappa della Terra di Mezzo.

 

La mappa  della Terra di Mezzo con le annotazioni di J.R.R. Tolkien

 

 

Tra le annotazioni, vergate a matita e con inchiostro verde, Tolkien rivela di essersi ispirato a varie città per il suo mondo immaginario: Gerusalemme, Belgrado, Cipro. Ma per la Città degli Uomini, aveva pensato a Ravenna. Forse perché è stata capitale di un impero. Forse perché vi è sepolto l'autore di un altro viaggio immaginario, Dante Alighieri.

Ravenna è stata dunque il modello della spettacolare città fortificata di Minas Tirith, costruita dagli umani del regno di Gondor, dove si svolge la battaglia dei Campi del Pelennor, nel terzo volume della saga, Il ritorno del re.

Blackwell’s ha messo all'asta la mappa a 60 mila sterline, circa 83.400 euro, spiegando che è il più importante ritrovamento degli ultimi vent’anni relativo a Tolkien. È proprio vero che, chi trova una mappa, trova un tesoro.

Nell'attesa che simili fortunati rinvenimenti possano capitare pure a noi, approfittiamo del segreto svelato dalla mappa di Oxford, e cioè che esiste Ravenna. Scopriremo così che una città, già di per sé magica grazie agli splendori bizantini, da oggi lo è ancora di più per il viatico di Tolkien. Siamo convinti che, dopo queste rivelazioni, i mosaici scintillanti dei due battisteri, delle due Sant'Apollinare e di San Vitale brilleranno di luce ancora più intensa. Da magia, rinasce magia. (Pubblicato il 5 novembre 2015)

 

 

Blackwell

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi