Fermenti yoga in tutto il mondo

Seul, Cirea del Sud

 

 

Il 21 giugno non è solo l'inizio dell'estate, è anche la Giornata internazionale dello yoga. In India, culla di questa pratica ascetico-meditativa, i festeggiamenti iniziano in anticipo e tracimano nei giorni successivi. A New Delhi, i giardini, le piazze e le strade, soprattutto Rajpath Avenue, sono stati invasi da migliaia di uomini, donne e bambini che si sono prodotti nella posizione del loto e nel saluto al sole.

 

 

Cinesi a Shenzhen, provincia di Guangdong
 

Lo stesso Premier indiano Narendra Modi ha guidato un raduno di circa 30mila persone sull'immensa spianata del Capital Complex nella città di Chandigarh. «Non esitate, mettete lo yoga nella vostra vita», le ha esortate Modi.

A Chennai, il 20 giugno, centinaia di adolescenti hanno partecipato a un'oceanica seduta collettiva per formare la frase «Keep smiling», siate sorridenti. Oltre alle scolaresche e ai cittadini, sono stati coinvolti in esercitazioni improntate allo yoga anche i militari. Nelle caserme come sulle portaerei. A Srinagar, nel Kashmir conteso dai pakistani, e sulle montagne dell'Himalaya, nello stato del Ladakh.

 

 

Soldati dell'esercito durante un'esercitazione yoga a Chennai, India

 

 

Gli studiosi indiani fanno risalire questa antica disciplina a circa 5mila anni fa, basandosi sulle rappresentazioni di pose ritrovate incise su delle pietre e sui Veda, i testi della tradizione indù.

La cultura dello yoga si è diffusa, anche come pratica salutare, nel resto dell'Oriente, dalla Cina alla Malaysia, dal Nepal alla Thailandia. Negli ultimi decenni ha conquistato l'intero Occidente. Da una quindicina d'anni, a ogni solstizio d'estate, si tiene un raduno a Times Square, anticipato quest'anno al 20 giugno.

Il contagio è arrivato in Australia come nel remoto Kazakhstan, Neppure l'Europa ne è rimasta indenne. Centinaia di persone hanno srotolato il tappetino per gli esercizi ai piedi della Torre Eiffel e sotto la statua di Marco Aurelio, a Roma.

 

 

Yoga per ritornare a stare bene

 

 

Lo yoga aiuta a riprendersi dopo una notte sballata
I consigli di Sydney Vicky

Posizione del cadavere (Savasana) È la posizione del massimo relax che darà al vostro corpo la possibilità di ristabilirsi e riequilibrarsi. «In combinazione con la respirazione addominale e gli occhi chiusi, rilasserete il corpo arto per arto, zona per zona, organo per organo. E quando vi sentirete pronti, vi rialzerete con molte più energie».

Respirazione con il diaframma (di pancia) La respirazione profonda dal diaframma è un altro esercizio che aiuterà a lenire gli effetti di una sbornia. «Contribuirà a ossigenare l’intero sistema, migliorando la circolazione e rilassando il sistema nervoso».

Torsione supina «La torsione della colonna vertebrale aiuta a nutrire i dischi spinali e serve a rimettere in moto al meglio reni fegato, milza e intestino». Per questa posizione sdraiati sulla schiena con le ginocchia verso il petto, porta le ginocchia verso il petto e falle scivolare dolcemente da una parte e dall’altra, tenendo le spalle sul pavimento.

La posizione del bambino (Balasana) La posizione stimola gli organi addominali e promuovere il flusso linfatico, che svolge un ruolo chiave nell’eliminazione delle tossine. “Può anche aiutare ad alleviare la testa dolorante”, spiega Ardunel. Per realizzarla accovacciatevi sulle gambe portando il torace, le braccia, la testa in avanti per rilassarsi. La fronte è sul pavimento.

Gatto-mucca Il gatto-mucca è un’altra posizione molto dolce che riguarda la colonna vertebrale e aiuta ad aumentare il flusso sanguigno, il linfodrenaggio e a migliore il metabolismo, «risciacquandovi come se foste una spugna sporca». Per questa posizione mettetevi a quattro zampe con le mani all’altezza delle spalle e le ginocchia a quella dei fianchi. Da qui inspirate ed espirate inarcando e rilassando il ventre.

 
Fotogalleria (66 immagini)

 

 

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi