New York, Manhattan avrà un alveare

I droni sciamano dall'Alveare (The Hive).

 

Tre studenti di architettura americani dell'università della Pennsylvania hanno concepito una torre con funzione di aeroporto per i droni che un giorno saranno addetti alla consegna delle merci. Il progetto ha valso loro il secondo posto in un concorso indetto dalla rivista specializzata eVolo.

 

I droni ricoprono The Hive come api in un alveare.

 

Se venisse realizzata, questa torre alta 423 metri e battezzata «The Hive» (l'alveare), sarebbe l'arnia meccanica più grande del mondo. Un grattacielo che anticipa l'avvento delle macchine volanti sul mercato dei trasporti. Già da tempo Google e Amazon, che nel campo dell'innovazione tecnologica non dormono da piedi, lavorano per lo sviluppo dei droni e stanno negoziando con le autorità americane perché siano tolte le restrizioni sulla loro circolazione.

 

While the tower, dubbed The Hive, is currently only a conceptual design, its creators hope it could one day become a reality. A view of the concept in New York City is shown above

 

Hadeel Ayed Mohammad, Yifeng Zhao e Chengda Zhu, così si chiamano i tre autori del progetto, hanno spiegato al Daily Mail di aver lavorato su una revisione dei regolamenti riguardanti lo spazio aereo. Hanno defnito tre zone, una delle quali autorizzerebbe il traffico ad alta velocità, una sorta di autostrada aerea, una vicina alla città che obbligherebbe le macchine a volare a bassa velocità fino a destinazione, e infine una vietata ai droni, riservata al traffico aereo tradizionale.

 

I tre giovani progettisti della torre. Da sinistra, Chengda Zhu, 24 anni, Hadeel Ayed Mohammad, 25, e Yifeng Zhao, 24.

 

Il progetto ha suscitato un grande dibattito tra i giurati del concorso che ha premiato i tre studenti con il secondo posto. Le reazioni sono state perlopiù positive, soprattutto per l'idea di dividere lo spazio aereo in tre fasce e l'idea di di organizzare il traffico dei droni attorno a un terminal centralizzato. Ai tre giovani non resta che aspettare che cambino le leggi sul volo. E che la loro torre possa svettare tra i grattacieli di Manhattan.

 

Lampi di futuro (galleria fotografica)

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi