Nigeria, la scuola galleggiante di Makoko

Andare a scuola è un festoso arrembaggio

 

 

La sterminata bidonville di Makoko si trova nell'area di Lagos, la capitale, megalopoli di 21 milioni di abitanti e polmone economico della Nigeria.

Makoko è tristemente nota per ospitare circa 100mila persone, senza acqua corrente né elettricità. Di buono, in questa baraccopoli su palafitte, c'è una scuola, dal 2013.

La Makoko Floating School è stata creata dall'architetto nigeriano Kunlé Adeyemi, nel quadro di un progetto finanziato dal Programma delle Nazioni unite per lo sviluppo (Pnud) e da diverse ong.

 

 

Scolari sulla piattaforma della Floating School

 

 

«Non mi sono lanciato con una grande idea: ho solo cercato di risolvere un problema della comunità. Poi ho capito che il problema era quello di molta gente», ha spiegato con modestia Kunlé Adeyemi a Jeune Afrique, nel 2014.

L'edificio può accogliere fino a un centinaio di alunni. Iscrizione e frequentazione sono gratuite. La scuola è innovativa anche dal punto di vista ambientale ed economico: è dotata di pannelli solari e attrezzata per riciclare l'acqua piovana. (Foto: Akintunde Akinleye / Reuters)

 

 

Fotogalleria

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi