Nuovo aeroporto di Pyongyang, non sono ammessi ritardi

L'aeroporto di Pyongyang

 

Il dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un non sopporta i ritardi. E a farne le spese è stato l'architetto capo del progetto dell'aeroporto di Pyonyang. Ma Won Chun è stato giustiziato dopo che aveva chiesto un rinvio per il completamento dei lavori. Lo sostiene il sito web Mirror.

La Corea del Nord è in piena fase propagandistica. Dopo il parco acquatico della capitale e una stazione sciistica, eccola presentare con orgoglio l'inaugurazione dell'aeroporto. Le foto inviate alle redazioni di tutti i giornali del mondo mostrano edifici, sale d'attesa e negozi dell'aeroporto al passo con i tempi. Affiancato dalla moglie Ri Sol-ju, Kim Jong-un sorride agli obiettivi. Com'è consuetudine, lo segue un codazzo di funzionari e cortigiani con il sorriso stampato sulle labbra.

L'unico assente alla cerimonia è Ma Won Chun, massimo artefice del progetto, eliminato lo scorso novembre nell'ambito di una purga di regime. Ragione ufficiale della condanna: «Corruzione e inottemperanza agli ordini». In realtà, il dittatore si sarebbe arrabbiato per il rallentamento dei lavori nel cantiere. L'aeroporto sarà operativo dal primo luglio con voli per la Russia e la Cina.

 

Kim Jong-un visita l'aeroporto (photogallery)

 

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi