Russia, respirare nickel a Norilsk

le-acque-color-sangue-del-fiume-daldykan

 

 

Il fiume rosso non quello di Howard Hawks con John Wayne, non è l'ultima trovata di Christo e neppure di un burlone che si diverte a colorare le acque per vedere l'effetto che fa. È un brutale atto di inquinamento industriale, teppismo chimico iniettato nelle vene sporche della Siberia.

Il fiume Daldykan, che attraversa la città siberiana di Norilsk, scorre nelle vicinanze di una fabbrica produttrice di nickel. Per una parte degli abitanti di questa regione, che condividono le foto del fiume «insanguinato» sui social network, la causa di tutto è proprio l'impianto industriale.

 

 

il-fiume-daldykan-visto-dallalto

 

 

«La fabbrica, proprietà della Norilsk Nickel, leader mondiale nella produzione di nickel e palladium, usa diversi tipi di condutture per trasportare le materie prime o i concentrati di metallo», spiega un dottorando in geochimica consultato dal quotidiano britannico The Guardian. All'origine del disastro potrebbe esserci dunque la rottura di un condotto con la conseguente fuoriuscita di metalli inquinanti.

 

 

la-fabbrica-sotto-accusa

 

 

«Abbiamo paura», scrive un locale su Instagram, «eppure la gente continua a raccogliere funghi e frutti». In seguito alle lamentale e alle segnalazioni ricevute, il ministero russo per le risorse naturali e l'ambiente ha annunciato l'apertura di un'inchiesta. Da parte sua, la società Norilsk Nickel respinge tutte le accuse e sostiene che il colore del fiume è «normale» e la situazione è sotto controllo. Il Siberian Times riferisce però che la fabbrica ha nel frattempo ridotto la produzione. Il solito copione. Come da noi. Come in tutto il mondo.

 

 

Vivreste in un posto del genere?

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi