Stazioni della metro, luci nel tunnel

Marienplatz, Monaco di Baviera 2

 

I milanesi che si infilano ogni giorno in una delle metropolitane più brutte del mondo, lo sanno che la più bella stazione underground d'Italia si trova a Napoli? La metro non è solo un mezzo diretto e scorrevole per evitare il traffico di superficie e arrivare più in fretta al lavoro, a casa o a un appuntamento. Dovrebbe essere anche un percorso gradevole che renda meno opprimente un luogo dove non è naturale stare da vivi, cioè sotto terra.

Lo capirono per primi i francesi che della metro di Parigi fecero un capolavoro del Liberty e dell'Art Déco. Ma è da decenni che quella vetusta rete ferroviaria sotterranea non si aggiorna. La stessa stazione Arts et Métiers, tanto decantata dai francesi, altro non è che la ricopertura delle tradizionali piastrelle bianche di maiolica con lastre di rame tenute insieme da bulloni a vista. Quando sei lì che aspetti il treno, con quegli oblò sulla parete ricurva, ti senti nella pancia del Nautilus, il sottomarino del Capitano Nemo in Ventimila leghe sotto i mari. Non so se sia un effetto voluto, ma chi soffre di claustrofobia si sente a disagio. Sprofondato nella terra o nell'acqua, che differenza, fa? Forse sarebbe stato meglio ispirarsi a Yellow submarine, ma Lennon e McCartney non sono sono francesi, Jules Verne invece sì.

 

 

La stazione Arts et Métiers della metro di Parigi

 

 

Mentre Milano puntava sulla moda e si beveva il resto, Roma scioperava e Parigi sonnecchiava, altre città del mondo hanno coniugato efficienza e bellezza nei trasporti sotterranei. Capitali che non avresti mai detto, come Kiev e Lisbona, mentre Mosca e San Pietroburgo mantenevano integro lo splendore delle stazioni costruite negli anni Trenta, alcune sulla falsariga degli sfarzi dei palazzi imperiali, altre sul modello delle maestose cattedrali ortodosse.

Questa piccola rassegna di stazioni della metro distribuite tra l'Asia e l'Europa suggeriscono come sarebbe molto più piacevole andare al lavoro spostandosi tra stazioni somiglianti a opere d'arte, cattedrali e discoteche. Creativi e inventivi non ci mancherebbero. Come dimostra l'artista italiano che, in mancanza di commesse dal suo Paese, è andato a far bella una stazione di Taiwan.

Se vi trovate a dover passare per una delle città in elenco, prendetevi un po' di tempo per scendere sotto terra, ne risalirete soddisfatti con la soddisfazione di chi ha scoperto un tesoro sepolto.

 

 

Metropolitana, stazioni luminose o ben illuminate

Previous Image
Next Image

info heading

info content

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi