Parigi, l’Hôtel de Pourtalès non è più segreto

hotel-de-pourtales

 

 

Voleva passare inosservato, ma ora tutti sanno dove si trovi e cosa vi sia successo. Per quanto snobisticamente sprovvisto di insegne e registrato con il significativo none commerciale «No address», l'Hôtel de Pourtalès è ora sulla bocca di tutti e sulle foto di tutti i giornali del mondo per essere stato il teatro della rapina a Kim Kardashian.

In una suite di questo fastoso albergo parigino, al numero 7 di rue Tronchet (VIII arrondissement), cinque banditi travestiti da poliziotti sono entrati nella suite di Kim e, dopo averla legata e imbavagliata, le hanno sottratto gioielli per un valore di circa 9 milioni di euro. Assente la sua altrettanto celeberrima guardia del corpo, il tedesco Pascal Duvier, alto un metro e 93, cje aveva accompagnato in discoteca Kourtney, sorella di Kim. Con tutti i soldi che hanno, forse le Kardashian dovrebbero prendersi un gorilla a testa anziché uno in due.

A chi si trovi a Parigi o intenda recarcisi, ma con la precauzione di non adornarsi di gioielli vistosi o di ostentare rotoli di banconote, sarà utile qualche informazione sull'hotel della rapina. Sia per tentarvi un pernottamento sia per concedersi un selfie davanti al suo famoso portone rosso.

 

 

hotel-de-pourtales-il-portone-dingresso

 

 

L'hotel in questione ospita regolarmente numerose star internazionali, come Leonardo DiCaprio, Madonna e, per un anno, è stato la residenza del calciatore del Manchester United Zlatan Ibrahimovic che per il suo appartamento pagava un affitto di 28mila euro al mese. Secondo Challanges, l'albergo si compone di nove appartamenti di lusso da 95 a 350 metri quadrati per la «Sky Penthouse». Quest'ultima dispone di un salone con vetrata, di tre camere, tra cui una suite di 60 metri quadrati con cabina armadio, di bagno e di una terrazza panoramica sul tetto con giardino privato e Jacuzzi. L'arredamento abbina i mobili dell'architetto e designer Philippe Starck alle opere degli artisti Jean-Michel Basquiat, Takashi Murakami o Keith Haring.

Sempre stando a Challenges, l’hôtel, così come lo stabile accanto, è di proprietà dell'uomo d'affari Alexandre Allard, che ne ha il controllo attraverso la società Pourtalès, gestita via Lussemburgo dalla banca Reyl & Cie. I prezzi degli appartamenti partono da
1.500-2.000 euro a notte e possono salire fino a 15mila per la Sky Penthouse. Una squadra di 20 dipendenti, tra cui uno chef, è a disposizione degli ospiti.

La storia di questa lussuosa dimora viene da lontano: nel 1836, alla morte della moglie, il conte James-Alexandre de Pourtalès, banchiere franco-svizzero e collezionista di opere d'arte e di tele di maestri della pittura (Rembrandt, Ingres, etc.), chiede all'architetto Félix Duban (cui si deve anche la realizzazione della scuola di Belle Arti di Parigi) di progettargli un palazzo in uno stile ispirato al Rinascimento italiano nel nuovo quartiere alla moda della Madeleine. Inserito nei monumenti storici dal 2002, l'edificio è stato restaurato dall'architetto Anthony Béchu, lo stesso che, insieme a Tom Sheehan, ha realizzato la torre D2 della Défense.

 

 

Police officers stand guard at the entrance to a hotel residence at the Rue Tronchet, near Madeleine, central Paris, on October 3, 2016, where US reality television star Kim Kardashian was robbed at gunpoint by assailants disguised as police who made off with millions, mainly in jewellery. Paris police on October 3 said that the loss amounted to "several million euros, mostly jewellery," adding that they were still assessing the total amount stolen and had opened an investigation. A spokesperson for the celebrity had earlier described her as "badly shaken but physically unharmed" after the assault, which occurred late on October 2. / AFP PHOTO / Thomas SAMSON

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi