L’Italia malandrina di Frederick Forsyth

«Il porto calabrese di Gioia Tauro è totalmente sotto il controllo della ‘ndrangheta», scrive Frederick Forsyth.

 

Ieri il Corriere della Sera ha dato una notizia che è una mezza notizia. E cioè che il famoso scrittore di spy story e affini Frederick Forsyth (70 milioni di copie vendute nel mondo, tra cui i best seller Il giorno dello sciacallo, Dossier Odessa e Il Quarto protocollo) ha lavorato per i servizi segreti britannici. Chi non ne era certo, lo sospettava. Le sue storie così ben documentate non possono non far pensare a una conoscenza diretta degli ambienti e dei metodi dell'intelligence. E proprio perché riteniamo Forsyth un autore informato e affadabile, pubblichiamo una pagina del suo romanzo Il Cobra, edito da Mondadori nel 2010, in cui descrive uno scenario che ci riguarda e ci preoccupa.

 

Calzado (un emissario del cartello colombiano della droga, ndr) prese contatto con i russi, i serbi, i lituani, con i nigeriani e gli yardies giamaicani, con i turchi padroni del mercato tedesco, con gli albanesi (che lo terrorizzavano) e con le tre più vecchie mafie d’Europa, Cosa Nostra, la camorra e la più grossa e temibile di tutte: la ‘ndrangheta.

La Calabria, terra aspra e bruciata dal sole, nell’antichità aveva ospitato colonie di greci e fenici e in fatti il dialetto locale, praticamente incomprensibile per gli altri italiani, deriva dal greco. Il termine ‘ndrangheta significa semplicemente «onorata società». a differenza della notissima mafia siciliana o della camorra napoletana, salita recentemente agli onori della cronaca, i calabresi si vantano di risultare quasi invisibili.

Eppure è l’organizzazione criminale che vanta il maggior numero di metri e anche la più diffusa a livello internazionale. Come ha scoperto lo Stato italiano, è anche la più difficile da penetrare: è l’unica in cui il giuramento del silenzio, l’omertà. è ancora sacro.

A differenza della mafia siciliana, la ‘ndrangheta non ha nessun «Don di tutti i Don», non ha struttura piramidale. Non ha una gerarchia in senso classico e l’appartenenza è basata interamente sulla famiglia e sul sangue. Per un estraneo è impossibile infiltrarsi, non si è quasi mai sentito di uno che abbia tradito dall’interno, e raramente la polizia è giunta a delle incriminazioni. La ‘ndrangheta è il vero incubo della Commissione Antimafia di Roma.

Il suo territorio si estende verso l’interno, partendo dal capoluogo di regione, Reggio Calabria, e dall’autostrada costiera: un susseguirsi di paesini e piccole città con le imposte chiuse, fino alle pendici dell’Aspromonte, nei cui anfratti sono state tenute in ostaggio le persone rapite, in attesa del pagamento del riscatto o della morte. Lì si trova anche il capoluogo non ufficiale, Platì. Un estraneo che vi si avvicini o un’auto sconosciuta vengono individuati a chilometri di distanza e l’accoglienza può essere molto sgradevole. Non è esattamente una calamita per turisti.

Ma non era lì che Calzado dovette recarsi per incontrarsi con i capi, poiché la ‘ndrangheta ha assunto il controllo della malavita di Milano, il maggior polo industriale d’Italia e suo polmone finanziario. Il cuore dell’organizzazione è emigrato al nord, dove ha creato il maggior centro di smistamento della droga di tutto il paese e forse dell’intero continente.

Nessun capo della ‘ndrangheta si sognerebbe mai di portare a casa propria un estraneo, neppure il più importante degli emissari. È a questo che servono bar e ristoranti. Tre centri della periferia a sud di Milano sono in mano alle cosche calabresi e l’incontro con l’uomo venuto dalla Colombia si svolse al bar Lions di Buccinasco.

 

Frederick Forsyth nella sua casa nell'Hertfordshire (Gran Bretagna), il 4 agosto 2010

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi