Roma color zucca

Rome, Italy.

di John Cheever

Caro Bill,

Federico (uno dei figli di John Cheever, ndr) -si chiama così adesso- è stato registrato come cittadino romano nei libri del Comune di Roma. Volevamo chiamarlo Frederick ma ovviamente l'alfabeto di queste parti è sprovvisto di K e dopo un paio d'ore ci ho rinunciato. Cheever è un'impresa, devo sillabarlo ogni volta. Ci acca e ancora e vu e erre.

Gli uffici del Comune, che gestiscono gli affari di due milioni di persone, non dispongono di una macchina da scrivere né di un casellario. È come in Gogol. Ci sono migliaia e migliaia di impiegati armati di anello col sigillo che scrivono tutto il giorno. Le registrazioni vengono raccolte in libri giganteschi oppure in faldoni legati con una cordicella. Questo sistema, seppure incantevole, non è per nulla efficiente. Mi ci sono voluti quattro giorni per legalizzare il povero Federico -comunque è un bel ragazzo, affascinante e con una testa ben modellata. Non ci dà la minima noia o quasi. Mary è rimasta in sala parto per circa mezz'ora. Le suore, con le loro vesti bianche e la voce gentile, ci hanno soddisfatto.

Mary ha ottenuto una stanza che dominava Villa Sciarra (usignoli e pavoni) e, più in lontananza, questa città dorata o color zucca, a seconda della luce. Il tutto è costato molto meno di quanto sarebbe costato a casa. Era passato così tanto tempo dall'ultima volta che avevamo avuto tra i piedi un neonato che mi ero dimenticato di quanto fosse divertente. I figli lo adorano e io lo porto in giro, malgrado a volte il povero Ben abbia l'aria di chi sente puzza di bruciato, senza contare che qui gli manca la sua grande consolazione, la campagna.
Come sempre, John

Roma, via del Plebiscito 107, 22 marzo 1957

(Dal volume John Cheever, Le lettere, a cura di Benjamin Cheever, tradizione di Tommaso Pincio, Feltrinelli Editore, 44 pagine, 35 euro)

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi