Bertrand Piccard, il pioniere è tornato

Solar Impulse 2 eighteenth flight

 

 

«Niente è impossibile». È il mantra dell'esploratore svizzero Bertrand Piccard che oggi, 26 luglio 2016, ha completato il suo primo giro del mondo a bordo di un aereo a energia solare, senza nessun altro tipo di carburante, con il suo compatriota André Borschberg.

Bertrand Piccard, 58 anni, è il discendente di una dinastia di pionieri: suo nonno, che ispirò il disegnatore Hergé per il personaggio del professor Tournesol nelle avventure di Tintin, fu il primo uomo a raggiungere la stratosfera a bordo di una mongolfiera, mentre suo padre fu il primo al mondo a toccare il punto più profondo degli oceani. Già da ragazzo, Bertrand, nato il 1° marzo 1958, era affascinato dalle sfide.

 

 

Bertrand Piccard

 

 

Ai suoi occhi, l'impresa dell'Apollo 11, il 10 luglio 1969, con i primi passi dell'uomo sulla luna, fu un momento decisivo. Quel giorno, l'allora undicenne Bertrand seguì l'avventura spaziale in diretta da Cap Canaveral, negli Stati Uniti, poiché Wernher von Braun, l'inventore dei razzi Apollo, era un amico di famiglia e aveva invitato il ragazzo ad essere testimone di quello storico evento.

«Pensavo: questi astronauti che partono per la luna hanno un sogno che è più grande della loro paura della sconfitta, questi eroi osano l'impossibile, fanno qualcosa che nessun essere umano aveva fatto prima di loro, e questo è il vero spirito dei pionieri», avrebbe raccontato in seguito Piccard.

 

 

Solar Impulse 2 sopra New York

 

 

Nato a Losanna, sulle rive del lago Lemano, è stato enormemente ispirato dalla sua illustre famiglia, da suo nonno Auguste e da suo padre Jacques. Da molto giovane è stato affascinato anche dallo studio del comportamento umano nelle situazioni estreme, e si è laureato in medicina psichiatrica all'università di Losanna. È in possesso di brevetti di pilota per mongolfiere, aerei, alianti, ed è stato uno dei primi in Europa, all'inizio degli anni Settanta, a pilotare deltaplani e ultraleggeri.

Per Piccard l'esplorazione è uno stato dello spirito: «Per migliorare le cose bisogna avere oò coraggio di andare dove nessuno è mai andato».

 

 

New York, Solar Impulse 3 sorvola la Statua della Libertà

 

 

Il 1° marzo 1999, Piccard e il suo compagno d'avventure Brian Jones sono partiti dalla Svizzera per intraprendere il primo giro del mondo in pallone aerostatico, senza scalo e senza cherosene, sostituito da bombole di gas propano. La sfida fu vinta, i due uomini atterrarono il 21 marzo in pieno deserto egiziano. Il periplo era durato 19 giorni, 21 ore e 47 minuti su una distanza di 45.755 chilometri.

«Ognuno di noi ha dei sogni, certuni sanno che si posso realizzare e faranno tutto il possibile perché divengano realtà, altri non pensano così», dice Piccard. «Quel che mi interessa, nella vita di un esploratore, è il suo trovarsi in una situazione sconosciuta, al di fuori dell'ambiente abituale, essere costretti a dover dare delle nuove risposte a dei problemi insoliti, quando gli automatismi diventano inservibili».

 

 

Solar Impulse 2 sulla baia di San Francisco, in primo piano il Golden Gate

 

 

Appassionato anche di spiritualità e ipnosi, Piccard ha scritto diversi libri in cui offre le chiavi di una vita più completa ed equilibrata. Un altro suo cavallo di battaglia è la protezione dell'ambiente. L'energia rinnovabile apre la via a «uno straordinario sviluppo per l'industria, per la creazione di posti di lavoro, per conquistare nuovi mercati, mentre si tutela l'ambiente».

Piccard, sposato e padre di tre figlie, spera che Solar Impulse dia un impulso alla sua filosofia. «Bisogna convincere il mondo politico ed economico che bisogna andare in questa direzione e percò punta sull'entusiasmo, che va condiviso. «Le gradi sfide non sono più quelle di andare sulla luna o sull'Everest, è già stato fatto. Le gradi sfide sono quelle che riguardano la qualità della vita: la lotta contro la povertà e per i diritti umani, una migliore amministrazione del pianeta, la ricerca medico-scientifica, lo sviluppo durevole, le energie pulite. È in questi ambiti che occorrono pionieri».

 

 

Le più belle immagini del viaggio di Solar Impulse 2

Previous Image
Next Image

info heading

info content

 

Nessun commento ancora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi